Home Archivio Archivio rassegna stampa In scena il cinema di Truffaut
In scena il cinema di Truffaut Stampa
Venerdì 28 Novembre 2008 00:00

L'uomo che amava le donne e il cinema, ovvero François Truffaut. Al grande maestro del cinema francese è dedicata la giornata di oggi, organizzata dal Gruppo Cinema Alessandria Foà, che prevede una serie di appuntamenti, tra incontri, discussioni e proiezioni, di cui Truffaut è l'indiscusso protagonista.

Si comincia alle 18,30, alla libreria Gutenberg di via Caniggia, quando sarà presentato Le grand noir - Mancamenti e corpi addolorati nel cinema di François Truffaut, un volume scritto da Mauro Marchesini, noto critico cinematografico e saggista. Proprio ad Alessandria, circa un anno fa, Marchesini aveva annunciato di volersi incamminare fra i sentieri infiniti dell'opera del regista francese, indagandone gli aspetti più intimi e, forse, meno noti. Il critico non ha perso tempo e, oggi, eccolo di ritorno in città, pronto a presentare il frutto del suo lavoro. Una introduzione al volume sarà fatta da Nuccio Lodato.
storica mente del Gruppo Foà e grande appassionato di cinema, che poi darà vita ad un dialogo con l'autore, ricco di spunti, aneddoti e segreti legati al regista francese. «Il libro di Marchesini - spiega Lodato - offre spunti molto originali. Da grande studioso di Truffaut quale è, il critico, infatti, in queste pagine focalizza l'attenzione su un tema molto particolare e inconsueto dell'opera del cineasta francese, quello degli svenimenti femminili». È noto che Truffaut fosse attratto e affascinato dall'universo femminile, in tutte le sue mille sfaccettature, tanto da dedicare, nelle sue pellicole, ampio spazio anche ad un tema come quello, appunto, dei mancamenti. Marchesini, però, nel suo volume, non si limita all'analisi di questo argomento, per quanto sfizioso e intrigante, ma lo usa come pretesto per spalancare le porte dell'infinito mondo del cinema di Truffaut, analizzandone tecniche, innovazioni e trovate geniali. «È un volumetto piccolo piccolo - prosegue Lodato - pubblicato dalla casa editrice Le Mani, nella collana ExtraLight, che, però, attraverso una scrittura brillante è capace di proporre riflessioni mai banali, avventurandosi in un filone di ricerca e approfondimento innovativo».

Alice Pedrazzi
«La Stampa» giovedì 27novembre 2008

 

 

Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart