Home Cinema Registi KATHRYN BIGELOW. La compagnia degli angeli
E-mail
KALYMNOS LA RIBELLE. I 31 anni di occupazione italiana del Dodecaneso (1912-1943)KIESLOWSKI. La coscienza dello sguardo

KATHRYN BIGELOW. La compagnia degli angeli

Michela Carobelli
2005
pp. 128
ill. b/n
€11,00
ISBN 978-88-8012-311-8
Info su: Carobelli Michela

Action al femminile. Una contraddizione in termini per tutti, tranne che per Roger Corman, Gale Anne Hurd e Kathryn Bigelow. Cineasta anomala e dall’approccio filosofico inconfondibile, Kathryn Bigelow costituisce una clamorosa eccezione al sistema dei generi e alla generale tendenza autoreferenziale del cinema hollywoodiano contemporaneo. Attenta interprete delle dinamiche dell’action-movie, capace di attraversare con disinvoltura horror, thriller e fantascienza, la regista sembra aver raccolto e portato “oltre”, attraverso i suoi film, l’eredità virile di Sam Peckinpah, il furore politico di Robert Aldrich e la poetica tecnologica di James Cameron. Ex pittrice, la Bigelow filma i corpi con uno sguardo viscerale e consapevole e con una pienezza estranea ai cantori del “postmoderno” a oltranza. In questo senso Kathryn Bigelow sembra offrirsi allo sguardo dello spettatore come uno dei pochi esempi realmente credibili di un cinema americano genuinamente “neoclassico”. E sono proprio la densità dell’immagine e lo specifico corporeo il campo d’indagine privilegiato di questo saggio che attraversa l’opera della Bigelow dagli esordi sperimentali di Set-Up, passando per Strange Days – testo chiave per la precisazione delle peculiarità etico-estetiche della regista – sino alle claustrofobie abissali di K-19. E perché non intitolare il libro su una regista così “invisibile” e scomoda (liminare com’è a mode ed etichette, e allo stesso tempo capace di agire dentro, l’industria hollywoodiana) La Compagnia degli Angeli, proprio come un film, a cui teneva particolarmente, che non è riuscita a girare, ma che sembra continuamente prendere vita dalle anime di tutti i suoi personaggi, poliziotti e surfisti, cowboy e vampire, fotografe e militari.


 RECENSIONE SU CLOSE-UP









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart