Home Cinema Saggi DALL'ARGENTO AL PIXEL. Storia della tecnica del cinema
E-mail
DA ZERO A MENO SESSANTADALLA CARTA GEOGRAFICA ALLE CYBERMAPPE

DALL'ARGENTO AL PIXEL. Storia della tecnica del cinema

Carlo Montanaro
2009
ft. 14x21
pp. 158
ill. b/n e colore
ristampa aggiornata
€14,00
ISBN 978-88-8012-497-9
Info su: Montanaro Carlo

Sta finendo un’era. Dopo 110 anni nelle sale cinematografiche si cambia. Non si distingueranno più, per trasparenza, sulla pellicola, le migliaia di figurine formate dall’argento e dai pigmenti colorati, ma tutto sarà digitale, compresso, virtuale, e costruito nell’alternanza velocissima di milioni (si spera, per ragioni di qualità) di punti, ovvero di pixel all’interno di una ordinatissima e minutissima griglia. Ma quello della proiezione è solo l’ultimo anello di una catena che sta trasformando il linguaggio più diretto tra quelli inventati nei secoli dall’uomo Gli altri anelli – ripresa, montaggio, effetti speciali, rielaborazione e riproduzione del suono – hanno già negli ultimi anni subìto radicali trasformazioni che spesso hanno significato progresso. Forse, allora, vale proprio la pena, dalla soglia di questa trasformazione-rivoluzione ormai definitiva, capire da dove si è partiti, come è nato il linguaggio cinematografico e come la sua grammatica prima e la sua sintassi poi si sono evolute anche grazie allo sviluppo tecnologico. Senza apparecchiature leggere per la registrazione del suono, emulsioni sensibili, apparecchiature illuminanti portatili e compatte, ad esempio, alla fine degli anni ’50 non sarebbe stato possibile costruire “correnti” di indagine e pensiero identificabili sotto le sigle di free cinema o nouvelle vague, largamente basate su riprese dal vero e non più ricostruite in teatro di posa. Quello che, nel contemporaneo, altri filmackers pensano di ottenere con ancora maggior incisività proprio grazie al complesso delle tecnologie digitali. Dall’argento al pixel, appunto.


INDICE

1. In principio era un uomo che girava una manovella
2. L’invenzione della celluloide e i primi cacciatori di immagini in movimento
3. Thomas A. Edison: dal Kinetografo al Kinetoscopio
4. L’invenzione del Cinématographe Lumière
5. Méliès e la scatola delle meraviglie
6. Le macchine e i meccanismi
7. Campo e fuori campo
8. Il lavoro sul set. La nascita del montaggio e la scoperta dello spazio scenico
9. I movimenti di macchina
10. Primi piani, dettagli
11. Verso una grammatica e una sintassi del racconto
12. Il cinema muto, La pellicola, La macchina da presa, Il colore, Il teatro di posa e la ripresa, Il film a trucco diventa film a effetti speciali, Sviluppo e stampa, La proiezione
13. Il cinema parla, Il sonoro, La macchina da presa, Il colore, Il teatro di posa e la ripresa, La pellicola, Il degrado della pellicola, Gli effetti speciali: dal bianco e nero al colore, Montaggio e doppiaggio, Lo sviluppo e la stampa, La proiezione
14. Il cinema e il digitale, Arriva il computer!, La pellicola: il ripristino e il restauro, Dall’argento al pixel, Progresso o regresso?
Indice dei nomi e dei film
 









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart