Home Cinema Saggi LA GUERRA DEI VULCANI. Storia di cinema e d'amore
E-mail
LA FAMIGLIA ECONOMICA ALESSANDRINALA LETTERATURA IN GENOVESE. Ottocento anni di storia, arte, VOL. I

LA GUERRA DEI VULCANI. Storia di cinema e d'amore

Alberto Anile
M. Gabriella Giannice

2000, 2010 nuova edizione
pp. 320
ill. b/n
€16,00
ISBN 978-88-8012-550-1
Info su: Anile Alberto - Giannice M. Gabriella

A cinquant’anni dagli avvenimenti, La guerra dei vulcani rievoca il più grande scandalo cinematografico-sentimentale di tutti i tempi, consumato tra Hollywood, la Roma vitale del dopoguerra e la natura mitica e primitiva delle Eolie. I protagonisti che riempirono i rotocalchi del mondo furono Roberto Rossellini, Ingrid Bergman e Anna Magnani. Roberto e Anna, la coppia del neorealismo, venne travolta dall’arrivo della Bergman, la più amata diva d’America: per averla con sé Rossellini la chiamò a interpretare Stromboli togliendo il ruolo alla Magnani. Ma Anna non si arrese, e decise di realizzare comunque il film pensato per lei: lo chiamò Vulcano e si installò alle Eolie con il regista William Dieterle, il principe Francesco Alliata e gli altri giovani aristocratici della Panaria Film che per primi avevano avuto l’idea di una storia a Stromboli. Le due troupe si sfidarono lavorando simultaneamente a pochi chilometri di distanza nell’aspro arcipelago tirrenico, combattendo contro il caldo, le esalazioni vulcaniche, i loro privati rancori, i dubbi e rimorsi. La ricostruzione di quest’avventura, come afferma Adriano Aprà nella premessa al volume, «dice molto su ciò che era l’Italia e su ciò che erano gli Stati Uniti sia nel cinema che nel costume: nei pregiudizi verso un’arte e una morale fuori dalle regole e nella “mediterranea” capacità di invenzione creativa e di anticonformismo». Per vincere la «guerra dei vulcani», infatti, i protagonisti non si rifiutarono nulla: tradimenti, plagi, boicottaggi, ardite riprese sottomarine, mentre la grancassa mediatica si giocava con spregiudicatezza i retroscena di una relazione ormai dissolta e di un nuovo inammissibile amore. Di tutto ciò furono testimoni altri grandi personaggi di un periodo d’oro che il cinema mondiale non sarebbe più riuscito a rivivere: Cocteau, Fellini, Welles, Hitchcock, De Sica, Alida Valli, Howard Hughes, Greta Garbo, Totò...








Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart