Home Cinema Saggi VENTUNO PER UNDICI. Fare cinema dopo l'11 settembre
E-mail
VALUTARE ATTITUDINI E COMPETENZEVERDI & SHAKESPEARE, UN DIALOGO

VENTUNO PER UNDICI. Fare cinema dopo l'11 settembre

Leonardo Gandini - Andrea Bellavita (a cura)
2008
pp. 242
ill. col.
€16,00
ISBN 978-88-8012-446-7
Info su: Gandini Leonardo - Bellavita Andrea

Questo libro nasce da una scommessa: ritrovare, nel cinema (hollywoodiano, ma non solo) degli ultimi sette anni, tracce di qualcosa che, anche se presente, appartiene al mondo dell'indefinibile. 9/11 ha rappresentato un punto di svolta, una ferita, una faglia profonda che si è aperta non soltanto nel sistema socio-politico mondiale, ma anche nell'immaginario collettivo: dopo, gli U.S.A. non sono stati più gli stessi. Né per i loro abitanti, né per chi li guardava più o meno da lontano, e più o meno filtrati attraverso la lente del cinema.
Su questo tema sono stati coinvolti e invitati a intervenire ventuno critici, ciascuno dei quali ha scelto e analizzato un film che a suo giudizio riflette in modo esemplare lo scenario americano dopo l'attacco alle Torri, nelle sue componenti politiche o sociali, umane o psicologiche.
Questo non è un libro su 9/11, ma una riflessione collettiva che nel rispondere alla domanda: che cosa è cambiato?, recupera una suggestione benjaminiana: come fare cinema dopo 9/11? per svelare un luogo comune che sta diventando un'ossessione: non è vero che il cinema contemporaneo pensa sempre a 9/11, ma piuttosto racconta un mondo che continua a pensarci.


Recensione su Sentieri selvaggi

Recensione su Close-up









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart