Home Altre Collane Saggistica ANTONIO ANIANTE OUTSIDER DEL TEATRO
E-mail
ANNI RIMOSSI. Intellettuali, cinema e teatro ad Alessandria dal 1925 al 1943ANTONIO ANIANTE. I semidei della mafia locale

ANTONIO ANIANTE OUTSIDER DEL TEATRO

Graziella Corsinovi
Annalisa Beccaria
2013
pp. 128
€14,00
ISBN 978-88-8012-598-3
Info su: Corsinovi Graziella, Beccaria Annalisa

Antonio Aniante (1900-1983), scrittore catanese poliedrico e geniale, sembra sfuggire
a ogni etichetta che voglia costringerlo in uno schema definitorio. Personaggio
culturale tra i più interessanti e vivaci del nostro Novecento, nella sua multiforme
produzione (poesie, romanzi, saggi, biografie), Aniante sfrutta moduli compositivi
tipici delle Avanguardie storiche, evidenti soprattutto nell’opera drammatica, come
conferma anche la recente ristampa dell’antologia teatrale I semidei della mafia locale
e La rosa di zolfo (per lo stesso editore). Tutte le caratteristiche delle Avanguardie (futuriste, espressioniste, surrealiste) sembrano infatti rispecchiarsi in Aniante, a cominciare dalla sua stessa vita, dai risvolti tragici e talora grotteschi, inquietamente
errabonda come quella del wanderer espressionista. Centrali, per la sua attività creativa, furono Roma e Parigi: l’una, per il fecondo incontro con Anton Giulio Bragaglia, regista del Teatro degli Indipendenti, l’altra, per il contatto con le idee e i rappresentanti più significativi delle Avanguardie. A distanza di trent’anni dalla storica monografia di Rita Verdirame (1982), il presente volume vuole riproporre un ritratto di Aniante che, sottolineando l’importanza e l’originalità dell’autore (tra l’altro, perfettamente bilingue, italiano e francese), risarcisca in parte il colpevole silenzio di molta critica. Accogliendo, in forma rielaborata, anche i risultati della tesi svolta da Annalisa Beccaria, il saggio delinea il suggestivo profilo di questo “frontaliere” della cultura (visse a Latte, nella Liguria di confine, l’ultima parte della sua vita) e conduce all’affascinante riscoperta di uno scrittore di grande qualità: un europeista ante litteram, contraddistinto dal timbro di un’inconfondibile, esuberante e malinconica sicilianità.








Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart