Home Altre Collane I Libri di Elena Bono COME UN FIUME COME UN SOGNO
E-mail
COME UCCIDERE UN'IDEA. In memoria delle "Cooperative Spettatori Produttori Cinematografici", 1950-1961COMICSHOW. Fumetti & Spettacolo

COME UN FIUME COME UN SOGNO

Elena Bono
1985, 1999
pp. 386
€15,00
ISBN 978-88-8012-119-0
Info su: Bono Elena

Primo volume della trilogia narrativa Uomo e Superuomo, il romanzo prende il titolo da un versetto del salmo 90, nella traduzione di Martin Lutero ( …wie einen Strom… wie ein Schlaf). È il diario che un soldato tedesco, Werner Kaltenbrunner, tiene dal 4 dicembre 1944 al 4 marzo 1945 in un presidio dell’Appennino ligure. Il giovane, di forte rigore morale, tipicamente protestante, è rimasto “folgorato” dalla figura di una ragazza italiana, Vannella, che unica tra gli abitanti del paese, ha rifiutato la “solenne pagliacciata” di giurare che non presterà aiuto ai partigiani. La situazione precipita dopo l’arrivo del nuovo comandante Henry von L., il Superuomo, relegato in quell’oscuro angolo dell’Appennino per ragioni disciplinari. Le sue folli imprudenze conducono in un crescendo drammatico all’eccidio, per rappresaglia, di dieci partigiani. (I loro nomi si leggono su una lapide presso l’Albergo della località La Squazza, sotto il passo della Forcella). Con la loro sepoltura e la partenza di von L., il diario si interrompe. Sarà ritrovato dai partigiani tra le macerie del campo ai primi dell’aprile 1945. La guerra, di cui si sente solo l’eco lontana, rappresenta per l’autrice, più che la contingente catastrofe di tante morti simultanee, il caso estremo della violazione della dignità morale dell’uomo. Ma Vannella riscatta il male del mondo nell’attraversamento sacrificale dell’umiliazione e dell’annientamento, in nome dell’amore. Nei confronti di lei, uomo e superuomo (il soldato e il comandante) sono diversamente, ma ugualmente impotenti, perché la ragazza rappresenta un altro ordine, quello dell’amore cristiano che, nell’apparente sconfitta, può dare all’uomo l’unica speranza di vittoria sul male.

Prefazione di Cesare De Marchi
Introduzione di Elio Gioanola









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart