Home Cinema Cabiria. Studi di cinema CABIRIA. Studi di cinema n. 169
E-mail
CABIRIA. Studi di cinema n. 168CABIRIA. Studi di cinema n. 170

CABIRIA. Studi di cinema n. 169

Rivista quadrimestrale di studi cinematografici
I quadrimestre 2012
pp. 120
ft. 16,5x24
ill. b/n e colore
€10,00
ISBN 978-88-8012-617-1
Info su: Cinit - Cineforum Italiano

Rossellini è un pianeta immenso, che ancora oggi offre innumerevoli spunti critici e segreti da scoprire.
«Ricordati Fabrizio: non si può mica vivere senza Rossellini!», fa dire Bernardo Bertolucci a un suo personaggio in Prima della rivoluzione.
Bene: anche «Cabiria» non può vivere senza Rossellini. A distanza di un anno da una prima monografia rosselliniana, torniamo con il n. 169 a esplorare quel pianeta. Ci sarà: un memoriale di Franco Pompili, un suo assistente ai tempi di Un pilota ritorna e L’uomo dalla croce, che ricostruisce giorno per giorno il lavoro, gli affetti, la creatività del regista allora agli esordi; inoltre Carlo Lizzani ricorda i tempi in cui fu suo aiuto durante la lavorazione tedesca di Germania anno zero; virgilio Fantuzzi racconta e documenta del particolare dolore che accompagnò la preparazione di quel film, dolore dovuto alla morte del figlio Romano, di cui resta una curiosa testimonianza “telefonica” presso il cimitero di Roma; Adriano Aprà commenta le fotografie superstiti dell’episodio tagliato (e perduto) di Francesco giullare di Dio e ci parla dell’ultimo film realizzato con Ingrid Bergman: La paura. e infine il carteggio tra Rossellini e papa Paolo VI.








Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart