Home Cinema Attori GARY COOPER. Il cinema dei divi, l'America degli eroi
E-mail
GANGSTER IN 100 FILMGATTO DI SANGUE. Ultima estate dei Fieschi. Ritratto di principe con gatto

GARY COOPER. Il cinema dei divi, l'America degli eroi

Mariapaola Pierini
2011
pp. 456
inserti b/n e col.
€22,00
ISBN 978-88-8012-565-5
Info su: Pierini Mariapaola

Gary Cooper è il caso classico di attore cinematografico: questo sostiene Orson Welles. Per Cecil B. DeMille la recitazione di Cooper è la combinazione di sicura autorevolezza e apparente disinvoltura che contraddistingue la vera arte. Secondo John Barrymore era il più grande attore del mondo.
I trentacinque anni della carriera di Gary Cooper corrono paralleli alla stagione più florida del cinema hollywoodiano, costellati di film di grandissimo successo che fecero di lui la perfetta incarnazione dell’eroe americano. Dagli esordi come comparsa negli ultimi anni del muto, l’attore diventò una delle star più amate e pagate negli anni Trenta e Quaranta. Lubitsch, Capra, Hawks, e poi Hathaway, DeMille, Wyler e Zinnemann furono tra i registi che meglio seppero valorizzare il suo stile recitativo essenziale, scarno e prettamente cinematografico.
Laconico, schivo ed elegante nella vita, seppe incarnare sullo schermo eroi del west, soldati coraggiosi e brillanti uomini di mondo. Il libro - prima monografia italiana interamente dedicata all’attore - esamina la figura di Cooper da molteplici prospettive e sulla scorta di un’ampia ricerca d’archivio. La ricostruzione della sua carriera corre parallela all’analisi della sua immagine divistica, attraverso la variegata galleria di personaggi, le collaborazioni con registi e l’analisi dei film più celebri.









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart