Home Cinema Extralights TARKOVSKIJ. La nostalgia dell'armonia
E-mail
SULLA MONTAGNA CON I PARTIGIANITEATRO AKROPOLIS. Testimonianze ricerca azioni. Vol. 3

TARKOVSKIJ. La nostalgia dell'armonia

Francesca Pirani
2009
ft. 11,5 x 16,5
pp. 144
inserto foto b/n e colore
€12,00
ISBN 978-88-8012-498-6
Info su: Pirani Francesca

Straordinario cineasta russo, scomparso da poco più di vent’anni, Tarkovskij sembra essere scivolato nell’oblio, a differenza di altri registi ancora studiati o riproposti dai media. Questo libro risponde alla necessità di riportare alla luce la smagliante bellezza della sua produzione, ma soprattutto intende rilanciare la ricerca su quel cinema che racconta ed emoziona attraverso il linguaggio delle immagini.
Andrej Rublev, Stalker e Sacrificio, costituiscono, in tal senso, un’ideale trilogia, dalla quale emergono l’originalità e la coerenza di un autore che in ogni sua creazione afferma la supremazia della sensibilità sul pensiero razionale. In controtendenza rispetto all’affermarsi di un cinema sempre più strutturato e narrativo, Tarkovskij rifiuta la piatta riproduzione della realtà e lancia una sfida suggestiva che investe in pieno il nostro presente, minacciato da una ipertrofica, quanto vuota, produzione di immagini. Il suo cinema riesce a rappresentare i movimenti invisibili della mente, le fantasie più profonde e, attraverso il linguaggio misterioso e universale che appartiene al sogno, fa riaffiorare quella realtà dai contorni vaghi proprio dei primi mesi di vita.

Indice
Introduzione: la propria solitudine
Andrej Rublëv
L’eredità difficile, La storia e il racconto: di cosa parla il film?, La storia, Il racconto, La prospettiva rovesciata e l’abbandono del controcampo
Stalker
La storia, Lo Scrittore, lo Scienziato, lo Stalker: tre forme di esistenza mancata, La Zona: mondo fantastico o mondo irreale?, L’assenza del controcampo: se ora ci fosse il vuoto?, La perdita dell’armonia: la donna, lo Stalker, la figlia mutante
Offret/Sacrificatio
La storia, In principio era il Verbo: un film di idee e di parole, Dall’incertezza al dubbio: da Boriška ad Alexander, La donna pagana, la bambina mutante, la strega buona: esiti dell’immagine femminile
Conclusioni
Il tempo si spegne nella mente: una fine annunciata
Filmografia; Bibliografia essenziale


 RECENSIONE SU CLOSE-UP ONLINE DI ARIANNA PAGLIARA









Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart